Ernesto Paolozzi

Ti trovi in: Home » Pubblicazioni » Il liberalismo come metodo.
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Il liberalismo come metodo.

Fondazione "L.Einaudi", Roma, 1995

Nel volume si propone un'interpretazione del liberalismo crociano in senso squisitamente metodologico.
Il liberalismo non è visto soltanto come un insieme di dottrine o come un movimento etico-politico, ma come una concezione generale della vita, in grado sia di interpretare le categorie fondanti la socialità, sia di operare nella storia, orientando l'azione. Il liberalismo è dunque, secondo l'autore, un'utopia operante, eternamente imperfetta. Nel volume si tocca anche il tema fondamentale del rapporto fra storicismo e giusna-turalismo, già affrontato da Carlo Antoni in un serrato confronto con le moderne filosofie politiche anglosassoni. Centrale è poi il tema dell'individuo comunitario, come fondamento della libertà e della democrazia, che presenta analogie con la ricerca, in campo economico, di Amartia Sen. L'autore analizza anche il tema del rapporto fra individuo e Stato e affronta l'interpretazione del liberalismo di Croce, Antoni, De Ruggiero e Popper. In appendice si analizza brevemente il pensiero di Antonio Gramsci in rapporto al crocianesimo.

Chiedi informazioni Stampa la pagina