“C’è la formula della saggezza e della sapienza? C’è, ed è questa:
riconoscere che senza il male la vita e il mondo non sarebbero, e
tutt’insieme combattere sempre, praticamente e irremissibilmente, il
male e cercare e attuare sempre indefessamente il bene: negare come
assurda la felicità e cercar sempre la felicità, negare come assurdo il trionfo definitivo della libertà sulla servitù, della figlia di lei giustizia sull’ingiustizia, del sapere sull’ignoranza, dell’intelligenza sulla stupidità, e praticamente volere e procurare in ogni istante quel trionfo, il trionfo di quell’istante.”

Benedetto Croce, Nuove pagine sparse,Volume I